Edoardo Serafino, giocatore di pallavolo

Praticando uno sport dove il contatto fisico con l’avversario è inesistente e non avendo doti atletiche fuori dalla media, ho capito subito che per competere ad alto livello avevo bisogno di allenare le mie capacità mentali il più possibile in modo da poter contrastare chi aveva qualità diverse dalle mie. Da qui la mia curiosità…

Dettagli

Daniel Arpaia, allenatore di pallavolo

Ho iniziato ad allenare a 18 anni e dopo esattamente diciotto anni ho pensato che fosse arrivato il momento di rimettermi in discussione e capire se il mio modo di allenare era ancora corretto oppure era possibile migliorare e imparare qualcosa di nuovo; non tanto dal punto di vista tecnico, per i quali frequento corsi…

Dettagli

Federica Milani, atleta

Premetto che mi hanno sempre interessato e affascinato le dinamiche e le modalità della comunicazione con noi stessi e con gli altri, così come l’osservare l’influenza che i nostri pensieri hanno sui nostri risultati (non solo sportivi) e comprenderne l’importanza. Avevo inizialmente sentito parlare e approcciato l’allenamento mentale tramite la disciplina dell’arrampicata che pratico nel…

Dettagli

Stefano Berlincioni, dirigente sportivo

Sono una persona molto curiosa e che ha sempre cercato di migliorarsi e migliorare l’ambiente intorno a sé: negli ultimi anni avevo capito che l’aspetto mentale è fondamentale nello sport come nella vita di tutti i giorni e quindi il Mental Coaching era una strada che valeva la pena percorrere. Con Giulia ho migliorato il…

Dettagli

Letizia Anello, giocatrice di pallavolo di B1

Il lavoro di mental coaching mi ha aiutata in un periodo “buio” della mia vita in cui niente andava per il verso giusto. Grazie al percorso iniziato con Giulia sono riuscita ad uscirne per finire al meglio la stagione. Nella vita quotidiana quello che sto imparando mi aiuta invece a vivere i problemi in modo…

Dettagli

Ilaria Angelelli, atleta professionista di pallavolo

Ho iniziato il percorso con Giulia in modo molto scettico. Dopo anni di agonismo, sapevo di avere meccanismi difficili da scardinare. Ma, allo stesso tempo, ero consapevole di avere ancora delle risorse alle quali non riuscivo ad accedere al 100%. Tatticamente e tecnicamente potevo considerarmi un giocatore esperto ma c’era ancora un aspetto nel quale…

Dettagli

Cristiano Lucchi, allenatore del Club Italia e allenatore della nazionale italiana di pallavolo, olimpionico a Rio 2016

Ho deciso di farmi affiancare da Giulia per trovare nuove soluzioni sia di comunicazione che di motivazione da portare ad un progetto importante come quello del Club Italia. L’ho scelta perché la ritengo una persona colta, intelligente e preparata (anche tecnicamente sulla pallavolo), umile nel proprio lavoro, ma intraprendente quando vuole raggiungere il suo obiettivo.…

Dettagli

Valter Daniele, presidente Real Beach Arena, beach volley

Trovo che l’evento formativo tenuto da Giulia nella mia scuola di beach volley sia stato di alto livello sia per la qualità degli argomenti presentati sia per la sua capacità comunicativa, un talento che ha saputo mettere a frutto. Grazie anche per l’azione di sensibilizzazione, è interesse di tutti che cresca la consapevolezza personale, insieme…

Dettagli

Alberto, giovane pallavolista, e la sua Famiglia

Quando Alberto ci ha detto che non voleva più giocare a pallavolo, è suonato un campanello d’allarme nella nostra testa e nel nostro cuore. Che cosa stava succedendo? Era soltanto l’adolescenza che si stava avvicinando a grandi passi oppure c’era qualcos’altro che ci sfuggiva? Abbiamo scoperto, con tanta sofferenza, che, a volte, essere bravi (più…

Dettagli

Barbara C, mamma di 3 agonisti di tennis

Quando i ragazzi hanno iniziato a fare agonistica avevano 8 e 9 anni, erano appena dei piccoli nani… ma lo sono ancora! In estate frequentavano i centri estivi assieme ai compagni di tennis. Ricordo in una di quelle occasioni di aver partecipare ad un incontro organizzato dalla federazione per i genitori. Ed ascoltando un preparatore mentale…

Dettagli

Paola, mamma di una sincronetta

Ho scoperto Giulia tramite Facebook: i suoi post hanno attirato subito la mia attenzione, la sua filosofia è vicinissima al mio modo di intendere lo sport e la vita in generale, dai suoi discorsi ho percepito un animo sincero e un cuore grande… è stato facile decidere di affidarmi proprio a lei per curare l’allenamento…

Dettagli

Michele Schirato, dirigente

Mi sono rivolto ad una mental coach perchè, da quando praticavo sport sino ad ora che gestisco una società sportiva, ho sempre creduto che l’aspetto mentale abbia una rilevanza importante per ottenere dei risultati di crescita personale e di conseguenza agonistici. Ho chiesto il supporto di Giulia con l’obiettivo di dare degli strumenti ad educatori,…

Dettagli

Elena Maramotti, mamma di un rugbista under 16

Da genitore ho assistito alle sessioni di mental coaching proposte da Giulia ai nostri rugbisti U16. Ero curiosa di vedere gli sguardi dei ragazzi di fronte ad una nuova esperienza e sentire quali argomenti sarebbero stati per loro più forti dell’irrefrenabile voglia di uscire a giocare. Mi domandavo cosa avrebbe detto e come avrebbe catturato…

Dettagli

Jonathan Lazzaretti, giovane calciatore

Il lavoro di coaching mi sta dando un supporto fondamentale perchè mi ha aiutato molto nel gestire e raggiungere gli obiettivi nella mia vita calcistica e non solo. Ho imparato, soprattutto, a sfruttare le situazioni negative che accadono a mio vantaggio per crescere come persona e atleta. Di Giulia si potrebbe parlare per giorni e…

Dettagli